Local SEO senza rinunciare al posizionamento globale

Questo articolo vuole sviscerare un problema più o meno frequente tra i miei clienti: come fare local SEO senza precludersi la possibilità di posizionarsi sui motori di ricerca fuori dai confini della propria città.

Durante la pandemia, le attività hanno fatto i salti mortali per spostare i propri affari locali sul ben più vasto mondo online.

Sposare nuove opportunità per operare online, svincolandosi dalla propria posizione geografica, è una gran cosa.

Ma ottimizzare un sito web in base alla propria posizione deve comunque restare un obiettivo primario per qualsiasi azienda.

Una pratica comune e che sembra davvero funzionare per cominciare a fare local SEO, è quella di registrare un pin di Google tramite Google Business.

Oltre a questo, l’utilizzo delle giuste keyword spingono la local SEO in maniera impressionante.

Per esempio, io tendo a ottimizzare il mio sito web con frasi come “web designer Marsala” o “realizzazione siti web Marsala”.

Ovviamente non mi sono fermato a questo.

Il mio sito web è ottimizzato con parole chiave che possono arrivare anche a clienti che effettuano una ricerca da altre parti dell’Italia.

E questa è una cosa davvero fantastica.

Sebbene tenere riunioni e call di consulenza tramite video non sia esattamente la stessa cosa che farlo di presenza, questa pratica è diventata abbastanza comune oggigiorno.

Al contempo, i negozi locali hanno cominciato sempre di più a spingere il loro commercio al di fuori dei propri confini abituali.

Siamo di fronte a un periodo di transizione.

Google premia le attività con un pin su Maps, ma la posizione fisica delle attività sta diventando via-via sempre meno importante per gli affari.

Quindi, come fai a fare local SEO e nel contempo consolidare la tua presenza online fuori dai tuoi soliti confini?

Continua a leggere che te lo spiego!


Prova a usare la parola “online” come posizione

Lo so, è una soluzione abbastanza ovvia.

O almeno potenzialmente lo è.

Basta sostituire a una keyword la parola “città x” e rimpiazzarla con “online” e il gioco è fatto.

Così facendo, nel mio caso, la keyword “strategie SEO Marsala” diventa “strategie SEO online”.

Semplicissimo. O forse no?

Già, come puoi immaginare la parola chiave “online” copre un’area molto più grande della tua città, e posizionarsi sui motori di ricerca diventa decisamente più difficile.

Di colpo ti ritroverai a lottare spalla a spalla contro i colossi del tuo settore che probabilmente bruciano migliaia di euro per il posizionamento SEO, anziché contro una manciata di attività locali simili alla tua.

Tu contro l’intero pianeta.

Il mio consiglio è quello di fare un’accurata ricerca per capire se riesci realisticamente a distinguerti dalla massa per la keyword che hai scelto.

Continua a fare local SEO

Anche se hai deciso di concentrarti sui clienti “online” non dovresti abbandonare del tutto la local SEO.

Nonostante i tuoi servizi siano digitali, molto probabilmente ci sono persone che ti cercheranno in base a una posizione geografica.

Analizzando i miei dati di Google Search Console, la maggior parte delle mie “impressioni” (le volte che la pagina viene visualizzata nella ricerca) sono frutto della local SEO piuttosto che delle keyword dei servizi online.

Questo nonostante la mia guida sui motivi per cui dovresti aprire un blog nel 2022 risulti prima per la keyword scelta, davanti a 206 milioni di risultati.


Concentrati sulle località che puoi servire e non su quella dove vivi

shipping

Io amo la Spagna.

Del resto, chi non ama la Spagna?

Prima della nascita di mio figlio Enea, dato il mio status di nomade digitale, avevo deciso di allargare il mio raggio di azione alle città spagnole.

Questa scelta, al di là dell’affetto per la nazione iberica, l’avevo presa dopo uno studio che evidenziava la carenza qualitativa dei loro siti web.

Vedi, ciò che ti sto dicendo è che non devi fossilizzarti sulla tua posizione specifica, ma valutare dove potrebbero essere i tuoi nuovi potenziali clienti.

Le aree che puoi servire, in realtà sono molto più vaste della città dove vivi.

Per esempio possono estendersi alla tua provincia o alla tua regione.

Una delle prime cose che chiedo ai clienti che mi contattano per studiare una strategia SEO è di mettersi nei panni della loro potenziale clientela e capire quali parole chiave potrebbero corrispondere ai servizi che offrono.

Ad esempio, se stessi cercando un giardiniere, probabilmente su Google digiterei “giardiniere a Marsala”.

Cosa diversa se volessi avvalermi di un servizio in cui non è necessaria la presenza fisica del professionista di turno.

A quel punto opterei per una ricerca escludendo la città di riferimento.

È chiaro quindi che a seconda della tipologia della tua attività, fare local SEO diventa fondamentale oppure no.


Ottimizza il tuo sito per i prodotti e i servizi che vendi

Invece di pensare alla local SEO, non credi sia più efficace ottimizzare il tuo sito web in base ai prodotti o servizi che vendi, piuttosto che al luogo dove ti trovi?

Uno dei miei clienti, la galleria di tappeti persiani Kia Tappeti con sede a Marsala, vende in tutta Italia i suoi manufatti.

Mentre i clienti abituali entrano sul sito dall’home page, la maggior parte del traffico di ricerca arriva dalle pagine dei prodotti.

Chiaramente in questo caso, l’ubicazione del negozio è del tutto irrilevante, dato che il cliente si può far spedire i prodotti che desidera a casa.

L’idea è quella di usare le tue frasi di nicchia per farti trovare dai clienti che cercano proprio ciò che offri.


La local SEO è utile per i clienti che vogliono acquistare sul posto

Di tutto ciò che hai letto fino a qui, ovviamente c’è il rovescio della medaglia.

La pandemia ha cambiato molte cose, alcune in negativo altre in positivo.

Una di queste è sicuramente la volontà di sostenere maggiormente il commercio e le imprese locali.

Oltre a questo, nulla sostituirà mai la piacevole sensazione e il senso di fiducia che genera l’acquisto in loco di un prodotto.

Del resto, chi vorrebbe un mondo dove tutto viene acquistato a centinaia di chilometri di distanza senza magari poter vedere dal vivo il proprio web designer preferito (io)?!?


Local SEO sì, ma anche posizionamento online!

seo

E arriviamo quindi al succo della questione.

In futuro, molte attività opteranno per un mix equo fra local SEO e posizionamento svincolato dall’area geografica.

Ecco quindi alcuni modi per far si che la tua presenza online sia pronta a questo nuovo concetto di ottimizzazione SEO.

  • Punta a citare le aree geografiche che può coprire il tuo servizio, anziché limitarti alla città dove abiti.
  • Assicurati che i tuoi potenziali clienti abbiano ben chiaro che qualsiasi cosa tu offra, è disponibile anche online.
  • Ottimizza il tuo sito web per ogni singolo prodotto o servizio che vendi.
  • Utilizza e analizza a fondo i dati di Google Search Console per individuare in che modo puoi ottimizzare al meglio il tuo sito web.

E tu come hai ottimizzato il tuo sito web? Local SEO o SEO globale? Fammelo sapere nei commenti!

Resta connesso. Alla prossima!


Iscriviti alla newsletter

Ciao, odio lo spam quanto te, ed è per questo motivo che riceverai una mia email soltanto quando viene pubblicato un nuovo articolo sul blog.

Lascia un commento