L’eCommerce non vende: ti spiego perché.

Tra le cose più frustranti che possono affliggere un attività che decide di commerciare online, quella di un eCommerce che non vende penso sia la peggiore.

In realtà questo scenario innesca due enormi problemi anche per il web designer o l’agenzia che ha creato l’eCommerce.

Problema 1

Hai un cliente giustamente incazzato che ti continua a domandare perché ha buttato via i suoi soldi.

Problema 2

La tua figura professionale viene meno, dato che o non hai ottimizzando a dovere il sito web, oppure hai accettato il lavoro consapevole che le probabilità di successo del progetto proposto dal cliente erano praticamente nulle.

E questo è un problema immenso che affligge tutti i professionisti del web che non mettono l’etica al primo posto.

Chiusa questa breve parentesi sul web design etico, è chiaro come il problema più grande sia ovviamente tutto a carico del proprietario dell’eCommerce che non riesce a vendere nulla.

Ma facciamo un passo indietro al periodo dei vari lockdown (brividi).

In quel periodo tantissimi negozi hanno iniziato per la prima volta a vendere online e altri già presenti sul web hanno ampliato le proprie offerte.

È palese come i consumatori si siano abituati all’idea di poter acquistare qualsiasi cosa sul web.

Tornando a oggi, questa abitudine non sembra volersi arrestare nonostante un quasi ritorno alla vita pre-pandemia.

Questo viene confermato anche da David Jinks, uno dei responsabili del colosso britannico di spedizioni ParcelHero, che ha dichiarato: “Soltanto i negozi che considerano il loro sito web come la vetrina principale e garantiscono un servizio online eccellente, sopravviveranno”.

Ora non voglio essere drastico, ma è palese che ormai noi tutti prediligiamo acquistare seduti comodamente sul divano di casa nostra.

Per questo ho deciso di spiegarti perché il tuo eCommerce non vende, nonostante tutti comprano online!

Sei pronto? Partiamo!


Le descrizioni dei prodotti del tuo eCommerce sono noiose

Le descrizioni dei prodotti di un eCommerce dovrebbero essere chiare e ricche di dettagli per facilitarne l’acquisto.

Ma questo non significa che debbano essere per forza noiose.

Puoi usare queste piccole porzioni di testo per distinguerti dalla concorrenza e trasmettere al cliente la personalità del tuo personale brand.

Se il tuo eCommerce non vende potrebbe essere un problema di SEO, ma se è stato fatto un buon lavoro di ottimizzazione, i tuoi clienti ti troveranno grazie a ciò che vendi.

E questa è un’ottima notizia, anche perché puoi provare a stupire il cliente spiegandogli perché hai deciso di vendere un determinato prodotto.

Vedi, questo può creare una connessione personale con l’utente, elevando il prodotto che vendi a qualcosa di significativo.


Il tuo eCommerce non vende perché taglie e misure non sono chiare

Questo è un problema che puoi farti perdere un cliente per sempre.

Quando le persone non possono entrare fisicamente in un negozio per vedere gli articoli con i proprio occhi, toccandoli e provandoli, il tuo sito web deve sopperire a questa mancanza.

Ogni prodotto deve avere ottime descrizioni e foto professionali, ma assicurati d’includere le dimensioni degli articoli o, nel caso tu venda abbigliamento, una guida dettagliata delle taglie.

Un’altra cosa importante è rassicurare i clienti sul fatto che il processo di reso e/o sostituzione dell’acquisto sarà semplice e senza intoppi.


Al tuo eCommerce manca un tocco personale

ecommerce non vende package

Non poter incontrare i clienti di persona rende decisamente più difficile connettersi a livello umano ed emotivo.

Certo, se sei un misantropo come me, non è una cosa poi così drammatica.

Col tempo però ho capito che quelli che la pensano come me sono davvero pochi, quindi non scoraggiarti, perché per il tuo negozio la mancanza di contatto con la cliente non è un problema insormontabile!

Infatti, grazie al tuo sito web puoi fare davvero tanto.

Una di queste cose per uscire dal pantano del tuo eCommerce che non vende è quella di trasmettere i valori del tuo brand.

Magari un’idea può essere quella di farlo attraverso le confezioni che spedisci ai tuoi clienti.

Ad esempio, se come me hai a cuore la sostenibilità, puoi utilizzare imballaggi privi di plastica.

Di sicuro il modo più carino per trasmettere il tuo tocco personale è quello di scrivere a mano un ringraziamento che accompagni il prodotto acquistato dal cliente.

E ti assicuro che funziona.

A Natale ho acquistato online dal Granata Store il nuovo completino del Toro per mio figlio Enea, e insieme al pacco è arrivata una dedica scritta a mano dal proprietario Carlo Testa.

Questo è il tocco personale di cui ti parlavo e che fa sentire importante il cliente.


Il tuo eCommerce non vende perché…

Ora ti spiego perché secondo me il tuo eCommerce non vende.

E te lo spiego raccontandoti alcune esperienze dirette durante i miei acquisti online.

Ricorda che ciò che da fastidio a me (e probabilmente anche a te) fa scappare via dal tuo eCommerce i tuoi clienti.

Alcune delle cose che ti sto per elencare sono semplicemente fastidiose, mentre altre sono piuttosto inquietanti.

Escludendo alcuni eCommerce che sono vergognosamente lenti nel caricamento e altri che fanno letteralmente schifo se visitati da dispositivi mobile, ecco le cose che mi fanno lasciare un negozio online alla velocità della luce.

Non costringermi a fare un account sul tuo eCommerce

Avere la possibilità di creare un account sul tuo eCommerce è qualcosa di fantastico.

Questo ovviamente se sono un cliente abitudinario e acquisto regolarmente da te.

Se però mi costringi a creare un account anche solo per un acquisto, diventa fastidioso.

Voglio solo comprare una diavolo di lampada a forma di Bat-segnale senza dover condividere un sacco d’informazioni personali extra e dovermi ricordare l’ennesima password!

Non aggiungermi alla tua mailing list quando effettuo un acquisto

Hai presente quando acquisti qualcosa online e prima ancora che il tuo pacco sia arrivato a casa, trovi la tua posta elettronica intasata di email del venditore?

Ecco, non si fa.

Dai alle persone la possibilità di decidere se ricevere o meno le tue email di marketing (teoricamente la legge prevede questo) e poi valuta se è il caso d’inviare loro ulteriori promozioni/offerte.

Non mandarmi un’email se abbandono il mio carrello senza acquistare

Oltre a essere una pratica alquanto discutibile e fastidiosa è anche inquietante!

Proiettando questa situazione allo shopping in presenza, è come se t’inseguisse qualcuno urlando lungo la strada quando decidi di uscire da un negozio senza aver comprato ciò che stavi guardando sugli scaffali!


Il tuo eCommerce non vende ma devi tenere duro, perché il futuro sarà un mix di acquisti online e offline

future

In questo momento storico una cosa è certa: lo shopping online continuerà a crescere e con lui gli eCommerce.

Se desideri ulteriori consigli su come migliorare il tuo negozio online, perché non mi contatti?

Invece, se ti è piaciuto l’articolo o hai ulteriori suggerimenti, fammelo sapere nei commenti.

Resta connesso. Alla prossima!


Iscriviti alla newsletter

Ciao, odio lo spam quanto te, ed è per questo motivo che riceverai una mia email soltanto quando viene pubblicato un nuovo articolo sul blog.

Lascia un commento