Web designer freelance: perché rivolgersi a lui

Web designer freelance

Ho sempre pensato che per vendere un prodotto, il venditore dovrebbe mettersi nei panni del potenziale acquirente per comprenderne al meglio le esigenze. Questo è un modus pensandi che ogni web designer freelance dovrebbe far suo, prima ancora del modus operandi.

Una delle prime domande a cui devi far fronte quando decidi di fare business sul web è se affidare la riuscita del tuo progetto a un’agenzia o a un freelance; oggi finalmente la tua domanda avrà una risposta.

Prima però è meglio fare un passo indietro cercando di definire al meglio le due parti in questione.

Il web designer freelance

Il web designer freelance è un libero professionista titolare di partita IVA che lavora autonomamente senza l’obbligo di doversi legare ad un solo cliente. Grazie a questa libertà, che lo differenzia da chi lavora per un’agenzia, il web designer freelance può sfruttare al meglio le proprie competenze e capacità per ampliare il proprio portfolio clienti.

Per comprendere al meglio la figura del web designer ti consiglio di fare un salto su Wikipedia.

L’agenzia web

Agenzia web è un termine recente, nato per identificare aziende che si occupano di tutto ciò che riguarda la progettazione, il design e la promozione di siti e applicazioni web. All’interno di un’agenzia web collaborano varie figure professionali che di fatto si dividono il lavoro in base alle proprie competenze.

Per conoscere tutte le figure che operano all’interno di un’agenzia web, anche in questo caso, ti rimando a Wikipedia per maggiori informazioni.


Fatta questa distinzione doverosa, adesso è tempo di passare al succo della questione. Sei pronto? Cominciamo.

Meglio rivolgersi a un freelance o a un’agenzia web?

interrogation markA volte il cliente può essere intimorito dall’idea di affidare la cura della propria immagine ad un web designer che non dipende da un’agenzia con tanto di ufficio in pieno centro; questione di professionalità e garanzie. Rido. Sai, dovresti farlo anche tu. Ti spiego.

Immagina questo grosso ufficio nel bel centro della tua città. Tu siedi su una poltrona mentre un uomo in giacca e cravatta ti fa stipulare un contratto che impegna la sua agenzia web a creare il tuo sito web, il tuo logo o a curare la tua immagine. Ecco, hai appena pagato tanto per qualcosa che potevi ottenere con molto meno; si perché ciò che hai appena acquistato verrà confezionato da un’intero ufficio invece che da un unico professionista in grado di svolgere lo stesso identico lavoro. Ecco, soffermati su questo punto essenziale: affidarsi ad un’agenzia web costa decisamente di più, questo perché rispetto ad un web designer freelance, hanno maggiori spese; dai, in fondo lo sai anche tu che eliminando alcuni passaggi nel processo produttivo si ha un abbattimento dei costi.

Detto questo, il mio consiglio è comunque quello di “testare” la professionalità in entrambi i casi. Chiedi sempre di farti mostrare gli ultimi lavori svolti e cerca di capire se ti confezioneranno un prodotto uguale per tutti o se ti sarà data la possibilità di scegliere la veste grafica per sentirla più vicina alla tua persona.


La mitologica quanto arcaica figura del webmaster

Ora ti svelo un segreto. Esiste una figura professionale di cui nessuno parla più: il webmaster!

dungeon masterFino a qualche anno fa, prima che diversificassero le professioni e nascessero le agenzie web, un mitologico essere passava le sue intere giornate nel suo antro ad occuparsi di tutto ciò che ruotava attorno ad un sito web. Questo essere, metà uomo e metà macchina, era talmente competente da saper svolgere egregiamente il compito di progettista, sviluppatore, programmatore, grafico e redattore dei contenuti. Ora mi chiedo io, che fine avranno fatto questi webmaster? Si saranno estinti alla pari dei dinosauri? La verità di cui nessuno ti parla è che questi professionisti si sono evoluti in quelli che oggi sono i web designer freelance o nel migliore dei casi hanno aperto un’agenzia web per conto proprio! Il motivo è semplice: se hai una conoscenza così ampia, è un controsenso prendere ordini da qualcuno che ne sa meno di te; tanto vale mettersi in proprio o gestire un team che lavora al posto tuo.

Dunque, se hai letto ciò che scritto nel paragrafo precedente, perché non risparmiare per ottenere lo stesso risultato?


Che garanzie ti offre un web designer freelance?

agreement signature“Oh Gian, anch’io ho un amico che ha un cugino che fa siti web!”. Aspetta un secondo, non facciamo confusione! Un web designer freelance non è uno sprovveduto, né tantomeno può essere paragonato al fantomatico cugino del tuo amico che crea siti web da casa nel tempo libero. Chi abbraccia questa professione è una persona competente e preparata che ha voluto mettersi in gioco senza la certezza di un guadagno fisso mensile, ma con la possibilità, se tutto va secondo i piani, di guadagnare dieci volte tanto un suo pari sotto contratto. È tutta questione di coraggio e lungimiranza, di prendere la propria vita in mano e buttarsi nella mischia.

“Ok, ho capito la differenza, ma che garanzie mi offre rispetto al cugino del mio amico?”. Ogni web designer freelance che si rispetti deve presentare un preventivo (cartaceo) e in caso di accettazione dello stesso, iniziare il lavoro solo dopo aver stipulato regolare contratto che tuteli gli impegni di entrambe le parti, rimandando al foro competente in caso di controversie.

Ti ripeto: un freelance non è uno sprovveduto e tiene alla propria professionalità tanto quanto l’agenzia web più rinomata della tua città.


Vale la pena essere un web designer freelance?

Questa è la parte dell’articolo che più ti piacerà qualora tu sia capitato qui cercando l’ispirazione definitiva per decidere di abbandonare finalmente il tuo lavoro da impiegato. Si, ne vale la pena!

Ti svegli ogni santo giorno per andare a lavoro, ti siedi davanti al pc per sviluppare il progetto di una persona che non ha mai incontrato prima, ovviamente dopo aver subito l’ennesima ramanzina del capo ufficio e magari lo fai per mille euro al mese (quando va bene) e senza straordinari pagati. Ti ci rivedi? Scusami tanto, ma per me questo non è lavorare. Questo è l’inferno in terra!

web designer freelance coffeeOra pensa a non dover puntare più la sveglia (a meno che non tu non abbia un appuntamento, in quel caso te lo consiglio vivamente), a poterti prendere un giorno di vacanza quando più lo desideri, a non essere vincolato dal dover svolgere il tuo lavoro da un posto fisso e dal poterlo fare da qualsiasi parte del mondo mentre fai ciò che più ti piace. Immagina il primo incontro col cliente in quel che non è più un rapporto freddo e distaccato. Ora puoi trasmettergli tutta la passione che hai nello svolgere il tuo lavoro e puoi coinvolgerlo in quelle che sono le fasi di sviluppo del progetto, interagendo con lui passo dopo passo. Questa è la vita di un web designer freelance. Sia chiaro, non è tutto rose e fiori, ma questo è normale. Non hai un guadagno fisso, quindi tutte le tue entrate dipendono da quanto sei bravo a vendere e venderti come abile professionista. Dovrai far fronte a clienti difficili e ad alcuni furbetti che ritarderanno con i pagamenti (quando non tenteranno di far perdere le proprie tracce), ma almeno il futuro sarà nelle tue mani e non in quelle di chi userà le tue competenze per aumentare i propri introiti. Non puoi essere uno dei tanti, devi essere obbligatoriamente il migliore! Devi amare il tuo lavoro come se non fosse un lavoro. Questo ti farà vedere il mondo lavorativo con occhi diversi, lo stesso modo con cui lo guardo io adesso mentre scrivo questo articolo facendo colazione seduto al tavolino del mio bar preferito.

Anche questo è essere un web designer freelance. Si, ne vale davvero la pena!

Resta connesso. Alla prossima!


Ah, ultima cosa importantissima:

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento qui sotto e twitta il post ai tuoi followers.

PS: se non l’hai già fatto clicca sul pulsante +1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *