E’ proprio necessario seguire i consigli delle community di successo?

community di successo

Che cos’è una community di successo su internet? E’ davvero ciò che hai sempre creduto?

Quante volte hai sentito dire che seguendo i consigli delle community, trarrai inspirazione e riuscirai a raggiungere prima i tuoi obiettivi?

Dopo più di dieci anni a cercare di carpire i misteri del web ed a osservare queste “tribù” (spesso da infiltrato), oggi voglio provare a rispondere a una domanda interessante: che cos’è una community di successo?




Sei pronto? C’mooon!

Arghhh, siamo circondati dalle community!

romero zombie

E’ come se fossimo stati catapultati in un film di Romero! Gli zombie sono ovunque, e noi siamo accerchiati! Idem per le community.

Sul web puoi davvero trovare di tutto: community di blogger, di esperti di marketing e SEO, intellettuali, hipsters, appassionati di calcio e videogame. Insomma, ce n’è per tutti i gusti!

La sensazione è che se non fai parte di una community del tuo settore, ben presto sarai additato come lo sprovveduto di turno.

Vedi, questo mi fa tornare indietro con la mente ai tempi della scuola, quando esistevano le compagnie di ragazzi cool e quelle di sfigati; se non ambivi ad entrare nella prima cricca, cominciavano a girare voci di quanto fossi strano e stravagante.

Ecco, forse la necessità di appartenere per forza ad una cerchia di persone nasce all’interno degli ambienti scolastici, dove più di una volta venivamo spinti a formare dei gruppi di lavoro.

Può essere vero, ma non siamo più a scuola, eppure siamo ancora qui a scambiarci consigli e opinioni su come raggiungere dei risultati lavorati. Solo che adesso le chiamiamo community.

Però mi chiedo, che cosa succede se il gruppo su Facebook di cui fai parte o la tua community, propone delle idee e delle linee guida che non rispecchiato il tuo modus operandi o che rallentano in qualche modo il tuo lavoro?

Che fai, ti limiti a seguire il vademecum dalla community soltanto perché grazie a queste regole, il “guru” di turno ha ottenuto i risultati sperati?

Non essere come gli altri

different

Tempo fa, girando sul web lessi una cosa che riassunta, lasciava intendere questo:

“Ciò che rende un personal brand unico nel suo genere è l’autenticità e il modo in cui si differenzia dagli altri”.

Perfetto. Ma se allora fai parte di una community in cui tutti fanno e scrivono le stesse cose, come farai a differenziarti dagli altri? Ricorda:

Questo concetto è quello su cui ho basato le strategie per migliorare il mio personal brand. Lo so che è difficile proporre o immaginare idee innovative e diverse, ma se non ci provi finirai per essere uguale a qualcun altro.

Sai che c’è? Dovresti prendere in considerazione l’idea di lavorare per migliorare il tuo personal brand e non per compiacere qualche presunta community di successo, che tra l’altro è tale solo perché sono i suoi seguaci a dirlo.

Alla fine il tuo personal brand è l’unica cosa che puoi reputare davvero tua e di nessun altro.

Questa mi è uscita fuori dai denti.

Aspetta che mi calmo. E’ meglio che il resto del post scorra al ritmo di “Oblivion” degli M83.

Ehi, sei ancora li? E’ giunto il momento di spiegarti cosa intendo per community di successo, anche perché è l’argomento principale di questo articolo.

Che cos’è una community di successo?

community

Questo dipende sempre dagli obiettivi che il creatore della community si è prefissato durante la sua creazione.

Per alcuni, la community di successo rappresenta il posto dove condividere i propri contenuti, mentre per altri è lo spazio web dove vendere i propri corsi e ebook.

Altri ancora per community intendono il proprio blog, dove i fedelissimi lettori sarebbero disposti ad andare alla forca per conto loro (in stile setta per intenderci).

Questi esempi non sono campati per aria, ma sono frutto di ciò che ho osservato in molti gruppi sui social network, sui vari blog (compreso il mio blog) e sul web in genere.




Da questo ho tratto alcune conclusioni interessanti che ti elenco qui sotto.

1. Se non hai un personal brand convincente, difficilmente avrai un seguito di persone

2. Non è facendo parte di una community o un gruppo che metterai in luce il tuo brand

3. Una community cresce perché i seguaci riconoscono il valore dei tuoi contenuti, e non perché vogliono esserti amici

4. Una community di successo si crea soltanto se si è originali e non la copia di qualcun altro

5. Se il tuo personal brand non suscita emozioni (buone o cattive che siano), vuol dire che non crei contenuti interessanti

6. Se i tuoi seguaci non commentano o non condividono mai i tuoi post, c’è qualcosa che non va (e dovresti preoccuparti)

7. Se il tuo personal brand sta davvero emergendo, migliorerà anche la tua community

Conclusioni

Il tuo blog non è una setta o un culto. Smetti di vederlo così o rischierai di perdere di credibilità verso tutti gli altri. Chi fa parte della tua community non deve osannarti per qualsiasi cosa fai o pubblichi (anche le stronzate più eclatanti).

Se succede, con tutta probabilità la tua non è una community di successo ma un fuoco di paglia.

Ciò che funziona per qualcuno non è detto che debba funzionare automaticamente anche per te (o per me), perché ogni brand differisce per idea e concetto.

Quando le persone decidono di seguirti perché offri contenuti di qualità, perché trovano utile ciò che scrivi e vi raccomandano come un professionista del settore, allora è in quel momento che puoi dire di aver creato una community di successo.

Resta connesso, alla prossima! 😉

Altri articoli che potrebbero interessarti


Ah, ultima cosa importantissima:

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento qui sotto, twitta il post ai tuoi followers o condividilo sui tuoi social network.

PS: se non l’hai già fatto clicca sul pulsante +1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *